Chiese ad Arezzo

E-mail Stampa
Cattedrale:

si trova sulla parte più alta della collina di Arezzo, vicino alla Fortezza Medicea, dalla quale è separata dal "Prato". Per la sua posizione e per la sua mole imponente, è visibile da ogni parte. Venne costruita seguendo il disegno di Margaritone dalla fine del XIII sec., per il volere di Guglielmino degli Ubertini, vescovo di Arezzo. La costruzione fu ultimata solo nel XVI sec. a causa di numerose interruzioni, mentre la facciata è del XX sec. Il campanile, inizialmente a vela, fu fatto a torre nel 1858 ed infine completato di guglia nel 1935. La chiesa gotica ospita preziose opere d'arte, come le vetrate istoriate di Guglielmo da Marcillat, la "Maddalena" di Piero della Francesca, il Sepolcro del vescovo Guido Tarlati (1276, Agostino di Giovanni e Agnolo di Ventura), l'Altare Maggiore alla cui costruzione avrebbe preso parte Giovanni Pisano, come sostiene Giorgio Vasari. Nella Cattedrale si trova l'immagine della Madonna del Conforto, patrona della città. Punto 4: Vedi la Mappa »

Chiesa di San Domenico:

chiesa gotica situata nell'omonima piazza. Presenta una facciata con portale romanico sormontata da un campanile a vela. Costruita su disegno di Nicola Pisano, per volontà della famiglia Tarlati nel XIII sec. All'interno si possono ammirare numerosi affreschi di artisti locali e sull'Altar Maggiore un famosissimo Crocifisso del Cimabue (1265). Punto 1: Vedi la Mappa »

Basilica di San Francesco:

si trova nell'omonima piazza; costruita su disegno di Frà Giovanni da Pistoia nel XIV sec., è rimasta incompleta nel rivestimento ed ornamento. È costituita da una sola navata e si possono ammirare affreschi di Spinello Aretino, Parri di Spinello, Desiderio da Settignano, Luca Signorelli; ma l'opera sicuramente più importante è la "Leggenda della Vera Croce" il capolavoro di Piero della Francesca, una delle più alte espressioni della pittura italiana ed europea. Tratta dalla leggenda aurea di Iacopo da Varagine, l'opera d'arte rinascimentale ha un'enorme importanza artistica e turistica. Punto 14: Vedi la Mappa »

Badia di SS. Flora e Lucilla:

sorge in piazza della Badia; fu costruita nel XIV sec. dai monaci Benedettini Cassinesi e fu ampliata su disegno del Vasari nel XVI sec. Possiede un particolare campanile del XVII sec. e ospita al suo interno un Crocifisso su tavola di scuola senese. Punto 11: Vedi la Mappa »

Pieve di Santa Maria:

in stile romanico, sorge all'inizio di Corso Italia (termine di via dei Pileati); la costruzione iniziò dopo il 1140 e si protrasse fino all'inizio del 1300. Il campanile, detto delle "cento buche" per via delle molte finestre bifore, fu costruito nel 1330. Sulla facciata sono presenti sculture di Domenico Marchionne. All'interno si può ammirare un bellissimo polittico di Pietro Lorenzetti (1320); nella cripta è custodito il cranio del patrono della città, San Donato.Punto 10: Vedi la Mappa »

Santa Maria delle Grazie:

sorge fuori dal centro storico, al termine di viale Mecenate. È famosa per il meraviglioso porticato di Benedetto da Maiano (XV sec.); la chiesa, del tardo gotico, fu eretta su disegno di Domenico del Fattore e conserva un altare di Andrea della Robbia, unica opera in marmo dell'artista. Punto 39: Vedi la Mappa »

Santa Maria in Gradi:

si trova nella piazza omonima. Costruita su disegno di Bartolomeo Ammannati nel XVI sec., il campanile è datato 1671, il soffitto ligneo 1711, l'altare è del 1600. Ospita terracotte di Andrea della Robbia.Punto 2: Vedi la Mappa »

Chiesa della SS. Annunziata:

chiesa rinascimentale a tre navate che sorge in via Garibaldi. Disegnata da Bartolomeo della Gatta, la costruzione fu terminata da Antonio Sangallo. Sulla facciata si trova l'"Annunciazione" di Spinello Aretino. Punto 3: Vedi la Mappa »

Seguici su

23°C
Arezzo
Sereno con innocue velature
Umidità: 36%
Vento: 3 nodi SO
Gio

22°C
Ven

22°C
Sab

20°C
Dom

19°C

DOVE DORMIRE


HOTEL VOGUE AREZZO BANCA VALDICHIANA

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies