Guida a "La Leggenda della Vera Croce" di Piero della Francesca

E-mail Stampa PDF

La Leggenda della Vera Croce

"A quasi 80 anni Gianni Agnelli mi stupì rivelandomi che non era mai andato a vedere gli affreschi di Piero della Francesca ad Arezzo. E lo stesso Berlusconi. Ma allora, mi chiedo: che sono vissuti a fare?". Queste le parole del critico d'arte Vittorio Sgarbi riguardo agli affreschi de "La Leggenda della Vera Croce". A parte il suo tono provocatorio, una cosa resta, la grandiosità del capolavoro di Piero della Francesca che ogni anno attira migliaia di turisti da tutto il mondo ad Arezzo. Di seguito la guida per interpretare l'opera:

Nella Basilica di San Francesco si trova una delle più alte espressioni della pittura italiana ed europea: il ciclo di affreschi de "La Leggenda della Vera Croce", capolavoro di Piero della Francesca. L'affresco, dipinto tra il 1452 e il 1466, narra la "Leggenda Aurea" di Iacopo da Varagine.

 

Itinerario di Arezzo

E-mail Stampa PDF

Itinerario per mezza giornata (mattino o pomeriggio):
14 Chiesa S. Francesco (affreschi di Piero della Francesca)- 10 Pieve di S. Maria- 5/C Piazza Grande- 9 Palazzo Pretorio- 6 Casa del Petrarca- 5 Palazzo Comunale- 4 Duomo- 1 Chiesa di S. Domenico- 39 Chiesa di S. Maria delle Grazie.

Itinerario per un giorno:
Mattino: 14 Chiesa S. Francesco (affreschi di Piero della Francesca)- 3 Chiesa di Ss. Annunziata- 36 Casa del Vasari- 1 Chiesa di S. Domenico- 4 Duomo- 5 Palazzo Comunale- 6 Casa del Petrarca.

 

Arezzo città dell'Antiquariato

E-mail Stampa PDF

Itinerario alla scoperta della Fiera Antiquaria di Arezzo e della Casa Museo Ivan Bruschi.

Arezzo è conosciuta in tutto il mondo grazie ad una delle più importanti fiere dell'antiquariato. Infatti la Fiera Antiquaria di Arezzo si tiene dal 1968. Da allora ha luogo ogni prima domenica del mese e sabato precedente. Alla manifestazione affluiscono visitatori italiani e stranieri, commercianti, appassionati, collezionisti e studiosi. Come suggerisce il nome i venditori, provenienti da tutta Italia, vendono oggetti antichi e importanti pezzi di antiquariato. Si svolge in Piazza Grande e nelle vie del centro storico.

L'affermazione nel tempo della manifestazione ha fatto si che, a fianco dell'esposizione all'aperto, crescesse il numero degli antiquari, da mostre di grande tradizione a botteghe antiquarie la cui impostazione rispecchia ancora in molti casi la stessa eterogeneità che si trova nella fiera antiquaria dove mobili

 

100 cose da fare ad Arezzo e in Casentino

E-mail Stampa PDF

100 cose da fare ad Arezzo e in Casentino di Maria Vicini

Lo scorso weekend sono tornata in Toscana per trascorrere qualche giorno in Casentino, il luogo dove è nato Marco. Così, dopo aver pubblicato le 100 cose da fare a Cesena e le 100 cose da fare a Bologna e aver ricevuto numerosi feedback motivazionali, ho pensato di dedicarmi alla ricerca di suggestioni anche in questa terra del buon vivere insieme alla mia inseparabile compagna di avventure Michela! Quali saranno le prossime tappe? Continuate a seguirci, l'Italia è ricca di luoghi di delizie!

 

Arezzo itinerario etrusco

E-mail Stampa PDF

Arezzo venne fondata sicuramente dalle popolazioni villanoviane, dopodiché subì l'influenza degli Etruschi e crebbe di importanza fino a divenire una delle dodici lacumonie d'Etruria. Esistevano in città numerosi ed importanti santuari che dovevano essere degni di ospitare fra l’altro celebri bronzi, quali la Chimera, e che erano ornati di terrecotte di grande rilievo estetico, dovute ad una affermata scuola coroplastica locale (reperti di piazza S. Jacopo e via Roma). Nella zona di Poggio del Sole si trovava invece la necropoli, formatasi anch’essa nel VI secolo a.C. ed usata fino all’età romana.

 

Il Medioevo ad Arezzo

E-mail Stampa PDF

Durante il Medioevo, nonostante il crollo del mondo romano e le invasioni barbariche, Arezzo mantenne prestigio ed importanza; è uno dei primi centri occupati dai Longobardi che costruirono castelli e pievi. Dopo la vittoria dei Franchi sui Longobardi, la città entra a far parte del Sacro Romano Impero Carolingio.

Intorno al Mille, il vescovo di origine germanica Elemperto, dette avvio ai lavori di ricostruzione della cattedrale sul colle del Pionta (che venne poi distrutta dai fiorentini), intitolandola alla Vergine e a santo Stefano. Alla fine del XII secolo si fa risalire una nuova cinta muraria, più grande, per inglobare la città che nel frattempo era notevolmente cresciuta.

 

Itinerario Giorgio Vasari

E-mail Stampa PDF

Per scoprire le opere del celebre pittore, architetto, storico dell'arte e poeta aretino, di cui si è celebrato nel 2011 il V centenario dalla nascita, vi invitiamo a seguire questo itinerario che vi condurrà ad ammirare i capolavori vasariani custoditi ad Arezzo.

Il percorso inizia nella Cattedrale, dove Vasari lavorò al basamento dell'organo in pietra serena e dove si trovano anche gli stalli lignei del coro, sempre dell'artista. Dal Duomo si accede al Museo Diocesano, dove è possibile ammirare uno stendardo con La Madonna della Misericordia e un drappo con la Predica del Battista e il Battesimo di Cristo.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 4

HOTEL VOGUE AREZZO BANCA VALDICHIANA

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies